Ortopedici

L’ambulatorio di ortopedia del centro Officina del Corpo è gestito dal Dottor

Edoardo Scaravella e dal Dottor Matteo Zanelli. 

 

A disposizione dei pazienti per effettuare visite specialistiche, con particolare attenzione rispetto alla valutazione e al controllo dei traumi muscolo-scheletrici che interessano le articolazioni, spalle, ginocchia e piedi.

 

Gli ortopedici che operano nel centro offrono un avanzato supporto sia per la diagnosi che per il trattamento delle patologie correlate alla struttura muscolo-tendinea.

Dott.Scaravella_Edoardo_Ortopedico.png
Dottor Edoardo Scaravella

ll dottor Edoardo Scaravella è Specialista in Ortopedia e Traumatologia.

Vanta un curriculum con esperienze internazionali, pubblicazioni scientifiche nazionali ed internazionali e missioni umanitarie, è relatore in svariati corsi e congressi di settore.

Ha frequentato il Department of Orthopaedic Surgery and Traumatology of Ghent University Hospital (Belgium) approfondendo la conoscenza e il trattamento delle lesioni osteocondrali, delle lesioni meniscali e delle ricostruzioni legamentose del ginocchio.

Ha partecipato alle missioni umanitarie “SOS Ortopedia” al Santa Maria Sick Assistance Centre di Khulna (Bangladesh) e con l'associazione "Elio's Onlus" all'Hopital Charité Maternelle di Goma (RD Congo) in qualità di medico ortopedico.

Dott.Zanelli_Matteo_Ortopedico.jpg
Dottor Matteo Zanelli 

Diploma di Laurea in Fisioterapia.

Corso di laurea in Medicina e Chirurgia.

Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia.

 

Chirurgo Ortopedico che si occupa delle principali patologie ortopediche di tutto lo scheletro appendicolare, in particolar modo di Chirurgia Protesica di Ginocchio e di Anca.

 

“La mia formazione  come Fisioterapista prima e come Chirurgo successivamente mi ha portato ad una sempre maggiore consapevolezza che per la buona riuscita di un intervento sia fondamentale, oltre ad un gesto operatorio che rispecchi tutti i crismi delle più moderne tecniche chirurgiche, un’educazione pre-operatoria del paziente e una precoce e personalizzata rieducazione funzionale post-operatoria.

Per realizzare tutto ciò penso sia fondamentale affrontare la materia con un approccio multidisciplinare.”